Boccaccio, Decameron

decameron_01

«Leggere il Decameron è come una passeggiata sotto alberi in fiore e come un bagno in acque pure.

Le parole suonano così fresche come fossero appena create».

H. Hesse,  cit. in  V. Branca, «Bocacius» di Norimberga, in «Il Sole 24 ore», 14 luglio 1996

Guida al Decameron

Decameron WEB (in lingua inglese)

Audiolibri:  Ser Cepparello.

Andreuccio da Perugia

Tutte le novelle.

La peste nel Decameron.

Slideshare: presentazione PPT  del Decameron.

RAI TRE. Umana cosa. Leggere il Decamerone. Podcast.
«Il Decameron esercita su di noi una forza d’attrazione orbitale obbligandoci a prendere posizione e quindi fuggendo via nello spazio e lasciandoci soli: un’opera che ci elude mentre più ci seduce».
Eraldo Affinati, Peregrin d’amore. Sotto il cielo degli scrittori d’Italia, Mondadori, Milano 2010
Ser Ciappelletto, I 1, riscritta da Gianni Celati (video).
Andreuccio da Perugia: Lezione LIM.
“Il Libro si presenta al lettore declinando le proprie generalità: nome, Decameron; cognome: Galeotto. Con ironia allusiva Boccaccio apre il suo capolavoro narrativo, destinato a un immenso successo europeo, con una rubrica che è una vera e propria carta d’identità, colma di allusioni ai capostipiti della genealogia culturale da cui ilDecameron sboccia. Galeotto, in lingua d’oïl Galahaut, è l’intermediario e il complice dell’amore adulterino fra Lancillotto e Ginevra, nel romanzo francese in prosa che narra le avventure del più celebre cavaliere della Tavola Rotonda di re Artù, e che il giovane Boccaccio lesse di certo nella Napoli cortese di re Roberto d’Angiò. Ma l’invenzione di un libro galeotto è dantesca: chi non ricorda uno dei versi più famosi della Commedia, nel V dell’Inferno: «Galeotto fu ‘l libro e chi lo scrisse»? Dante condanna come responsabile della colpa di Paolo e Francesca il romanzo che i due stanno leggendo, e che li invita a ripetere i gesti degli amanti cortesi, interrompendo la lettura e confondendo la letteratura con la vita («Quel giorno più non vi leggemmo avante»).
Decameron Galeotto è quindi il primo personaggio che avanza sul palcoscenico del grande testo: è il Libro stesso che dichiara la propria natura seduttiva e ingannatrice. Dedicato alle Donne (così come lo sarà due secoli più tardi l’Orlando Furioso), è nel contempo l’ars amandi e i remedia amoris dell’età nuova, ideato «in soccorso e rifugio di quelle che amano», per intrattenere offrendo «passamento di noia», cioè, al tempo stesso, diletto e consiglio. Ma le Sirene, si sa, hanno una bifida coda di pesce nascosta sott’acqua, e quando cantano e incantano con voce melodiosa stanno già trascinando nel gorgo l’ingenuo ascoltatore…”
Chominciamento di gioia. Virtuoso dance-music from the time of Boccaccio’s Decamerone, Ensemble Unicorn, Naxos

Boccaccio a teatro
DECAMERONE VIZI , VIRTÙ, PASSIONI, liberamente tratto dal Decamerone di Giovanni Boccaccio

Boccaccio al cinema

Maraviglioso Boccaccio, diretto da Paolo e Vittorio Taviani, 2015

... e dopo Boccaccio…:  Canterbury Tales!

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura medievale

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...